Saronno trascinato da tutta la squadra al Titolo Italiano Cadette

A 24 ore dal successo, e dal raggiungimento di uno degli obiettivi stagionali, non sembra ancora vero. Prima di raccontare in un articolo dettagliato l’ana ndamento degli incontri, abbiamo deciso di chiedere alle protagoniste le loro impressioni.

Abbiamo rivolto ad ognuna di loro una o piu’ domande, lasciandole liberi di esprimersi.

GB : Alice tu che sei la piccola del gruppo che emozione hai provato a esordire con la squadra cadette proprio nell’anno dello scudetto?
Alice G. la piu’ piccola : Sinceramente non me l’aspettavo di vincere, eravamo sotto di 3 punti, ma non abbiamo mollato e abbiamo tirato fuori il meglio, arrivando 7-7 agli extra inning. Abbiamo continuato a lottare e abbiamo portato a casa il punto della vittoria. Alla fine dell’ultima azione ci siamo lanciati fuori dal dugout e abbiamo corso verso la squadra, in quel momento eravamo tutti in lacrime, non potevamo credere di aver vinto quella battaglia a cui ci preparavamo da così tanto tempo. Io devo ringraziare gli allenatori: maristella, Larry, Giuliano, Luigi e devo ringraziare anche massimo per avermi dato la possibilità di partecipare, il grazie più grande però lo dedico alla squadra che mi ha portato fin qui è che mi ha fatto vincere lo scudetto ma cosa più importante, mi ha insegnato a non arrendermi mai perché la partita non è finita finché non è finita.

GB : A meno di 24 ore dalla Vittoria dello scudetto, cosa ricordi delle partite di ieri?
Chiara B : Delle partite di ieri ricordo tutto, nei minimi dettagli. ricordo i momenti di difficoltà in cui ci siamo sostenute a vicenda dimostrando a tutti che noi siamo davvero squadra; ricordo la gioia alla fine della prima partita che è stata molto sofferta sin dall’inizio con un primo inning disastroso in cui abbiamo subito 4 punti; ricordo la capacità che abbiamo avuto tutte dalla prima all’ultima di riscattarci e di mettere la palla in gioco anche quando tutto sembrava perduto, e questo non è semplice e non tutti ci riescono; ricordo le lacrime e gli abbracci alla fine della seconda partita. Ricordo tutto perchè queste sono emozioni forti e non le voglio dimenticare. E per non dimenticare ora ci facciamo tutte un bel tatuaggio.

GB : Primo anno a Saronno e arriva il primo scudetto che per tante volte hai sfiorato, qual’e’ stato il vostro segreto per questa stagione?
Camilla P : Bhe sicuramente in questa stagione passata con il Saronno ho puntato molto a questo scudetto che dopo molti anni di duro lavoro e tanti sacrifici è finalmente arrivato. Sono molto orgogliosa di tutti gli obiettivi raggiunti assieme alla mia squadra e credo che un segreto sia la passione e la grinta che ad ogni allenamento non deve mancare mai. Da novembre a oggi abbiamo  puntato molto sul concetto di squadra che ieri nei momenti di necessità siamo riuscite a dimostrarlo e credo che fra tutti, questo sia il vero segreto della nostra vittoria.

GB : Squadra nuova e arriva lo scudetto, come e’ andata ieri? Cosa c’e’ dietro questa vittoria?
Alice M. Beh ieri ce la siamo giocata fino all’ultimo e abbiamo dato tutte noi stesse, abbiamo lavorato una stagione intera per raggiungere questo obbiettivo. Ieri tutti i sacrifici, gli ostacoli che abbiamo superato durante l’anno e l’impegno che abbiamo impiegato in ogni allenamento ci ha ripagato. Il segreto della vittoria come per ogni team di qualsiasi sport è l’essere una vera SQUADRA. Ma non c’è alcun modo di spiegarlo, non ci sono parole, la squadra la senti, quando sei lì in campo e una tua compagna sta per mollare ma tu sei lì per sostenerla, quando ti capisci al volo senza bisogno di parlare, quando ridi per stupidaggini che solo voi potete sapere perché avete condiviso moltissime emozioni durante l’anno..insomma la squadra si forma con tanti piccole cose.
Non è stato affatto facile per noi quest’anno essere unite ma alla fine ce l’abbiamo fatta. Abbiamo saputo integrare chi magari si escludeva e abbiamo imparato a conoscerci con il tempo. Ci abbiamo creduto fino alla fine, ogni attimo, ogni secondo e siamo state capaci di ribaltare qualsiasi situazione che si mostrasse a nostro svantaggio.
Abbiamo semplicemente giocato come una squadra, credendo l’una nell’altra

GB Sei tra le tre lanciatrici della squadra cadette, cosa si prova a vincere lanciando?
Guendalina F. Sicuramente vincere lanciando è tutta un’altra cosa rispetto a essere in diamante o all’esterno. Devo ammettere che mi tremavano le gambe a ogni lancio però mi ripetevo che potevo farcela di credere in me mi immaginavo i lanci li creavo nella mia mente. Come dice Maristella facevo la visualizzazione e poi lanciavo.Mi sono sentita forte! sabato ero sicura delle capacità mie e della squadra sapevo che eravamo unite. E’ stata una soddisfazione immensa perché dopo anni e anni di sacrifici buttati all’aria e soprattutto quest’anno di spostamenti orari difficili arrivare a coronare questo sogno da protagonista è stata una gioia immensa. Sono davvero orgogliosa e fiera di aver intrapreso questa avventura con delle persone magnifiche sia lo staff che le mie compagne.

GB Ieri la prima e’ stata dura, molto dura per te, cosa ti ha aiutato a cambiare l’andamento e cosa hai provato dopo l’ultimo out?
Arianna N Sono riuscita a reagire grazie alla mia squadra al loro sostegno e soprattutto a Susanna che mi ha spronato ogni lancio. Abbiamo vinto come squadra, dopo l’ultimo out mi sono uscite le lacrime. Sapevo che era la mia ultima possibilita’come cadetta e ce l’abbiamo fatta.

GB Una finale da titolare in prima base, te lo aspettavi? Come e’ stato vivere questa stagione da protagonista in campo?
Isabella D All’inizio non ci credevo poi ho capito che dovevo dare il massimo per la mia squadra. Questa stagione è stata stupenda perché, grazie a Maristella, abbiamo fatto squadra per davvero . Ho fatto molti progressi come giocatrice, ho ancora tanto bisogno di imparare ma sono veramente molto felice.

GB Roxi, tu sei una delle giovani storiche di questo Saronno, diciamo che sei il filo conduttore del cambiamento. Come avete costruito questo scudetto? Cosa hai provato ieri?
Rossana L La vittoria è stata sicuramente inaspettata. Ci abbiamo lavorato per anni e siamo sempre arrivati ad un passo dall’obbiettivo, senza però mai raggiungerlo…Come se non bastasse, quando mancavano due partite dalla finale, ci siamo trovate ad essere in 10 contate e non del tutto in forma. Quindi la vittoria di ieri è stata davvero una bellissima sorpresa, oltretutto io e altre mie compagne pensavamo di essere ancora al 5°inning, quindi quando abbiamo visto il pubblico entrare in campo ad abbracciarci non avevamo realizzato subito cosa fosse successo ahahah È stata un’ emozione fortissima e sono felice di averla condivisa con le mie compagne, i miei allenatori e soprattutto con Giancarlo Bianchi, che devo ringraziare assolutamente perchè è lui che mi ha fatto crescere in questo sport e probabilmente non sarei qui se non fosse per lui

GB Primo anno, cosa ti aspettavi da questo sport e cosa e’ successo?
Margherita D Non mi aspettavo sicuramente di poter vincere lo scudetto. Ancora non ho metabolizzato la situazione,ma è stato fantastico ed emozionante quando mi sono resa conto che la mia squadra aveva vinto

GB Ho pensato tanto alla tua domanda, ma poi atterverso il racconto dei tuoi tecnici ce n’e’ una che e’ d’obbligo…… come e’ andato il turno del triplo contro Bologna? Qual’e’ stato il segreto, la magia di quel turno?
Eleonora B Beh…come dice mary non me ne sono resa conto…avevo 2 strike credo e sapevo che per arrivare alla finale dovevamo far entrare quei punti…ho dato tutta me stessa in quella palla e quando ho visto come viaggiava e sono arrivata in terza base (stavo piangendo) ho capito quanto mi piace questo sport…Questo grazie alla fiducia che gli allenatori e la squadra hanno avuto in me…

GB Anche se ieri non eri con la squadra, come e’ andata la stagione? Che segreto vi ha portato alla vittoria?
Marta P La stagione è andata molto bene, anche se abbiamo avuto dei momenti in cui non eravamo molto unite siamo riuscite comunque ad andare avanti e a vincere.Probabilmente l’unica cosa che ha portato alla vittoria è stata la fiducia, sia da parte degli allenatori, sia fra noi ragazze. Abbiamo creduto nelle nostre capacità e ci siamo impegnate al massimo

GB Una serie finale con la squadra, ma costretta in panchina. Non credo sia stato facile per una leonessa come te. Come avete fatto a vincere questo scudetto? Che sapore ha per te questa vittoria?
Susanna S E’ stato difficilissimo stare in panchina senza poter entrare in campo ad aiutare le mie compagne, ho cercato di supportarle al massimo ed ero sicura che sarebbero riusciute a strappare un grande risultato. Ci siamo riuscite perche eravamo unite come una vera squadra. Questa vittoria significa molto per me perche l’aspettavo da tantissimo e’ una grande emozione rivivere questa avventura. Volevo ringraziare tutti i coach che mi hanno supportato e sopportato in panchina e per tutta la stagione! Un grazie di cuore a tutti❤

GB Questo scudetto l’hai cercato, voluto e vinto con tutta la tua squadra. Come pensi di aver fatto la differenza in campo? Cosa ti ha spinto a fare cosi’ bene? Qual’e’ stata la ricetta vincente per questa squadra?
Alessandra R Questo scudetto l ho cercato voluto e vinto con tutta la squadra dalla prima di campionato fino all’ultima partita..la finale..È stata una finale molto sofferta e penso che per fare la differenza in campo l esperienza in questo sport sia molto utile! È vero sono ancora giovane e ho molto da imparare però allo stesso tempo sono sicura che durante questa stagione siano successe molte cose (positive e negative) che mi hanno fatto crescere come giocatore..sia in campo che fuori..Bhe cosa mi ha spinto a fare bene…tutti i sacrifici di una stagione ti portano alla consapevolezza che una volta che si arriva in finale bisogna dare il massimo per vincerla…infatti le ultime parole dette nel pre-game prima della finale sono state queste: “le finali non si giocano..ma s vincono” e noi ce l abbiamo fatta! La chiave di questa squadra è stato proprio il fatto di essere una vera SQUADRA….da quelle in campo a quelle in panchina a supportarci.. Ed è proprio vero che quando si fanno sacrifici e si lavora duro i risultati arrivano sempre…e questa è la dimostrazione..Per concludere vorrei ringraziare i miei allenatori Maristella..Larry..Gigi e Giuliano detto anche William (il nostro poeta)..ringrazio anche tutta la società per averci permesso di arrivare fino a qui e per finire la mia squadra..che senza di loro tutto questo non sarebbe mai successo
#forzasaronno

La parola piu’ ripetuta in queste mini interviste e’ SQUADRA !!!

 

GB The Voice

 

14391009_308918372805107_2977445981955623575_n 14390680_308918189471792_212845513058278967_n 14380092_308917366138541_2367378775253047394_o 14352537_308917916138486_5218983369783304627_o 14352101_308917936138484_7628853830370714256_o 14352007_308918429471768_5623296555077762643_o 14324234_308917826138495_4413222576817453363_o 14311450_308917919471819_5215408912887074620_o 14311287_308918272805117_1208413114126041470_o 14310563_308917899471821_3587963069030011425_o 14352007_308918429471768_5623296555077762643_o

 

Autore dell'articolo: GB The Voice